BLOG PENTAIR EUROPA

Pentair realizza progetti europei per soddisfare le esigenze del mercato europeo


I gusti e le esigenze cambiano a seconda del paese del mondo in cui ci si trova. Ciò che è perfetto per Tokyo o Torino, potrebbe non andare bene a Dublino o Delhi. Una misura unica non soddisfa necessariamente tutte le esigenze e questa affermazione vale sia per la progettazione industriale che per la moda. Abbiamo parlato dei processi seguiti per far fronte ai gusti e alle esigenze del mercato europeo con il team Product Design di Pentair Europe.


Investimenti per i progetti europei


L’ex responsabile del design presso Braun e indubbiamente il più grande designer industriale del mondo, Dieter Rams, una volta chiese: “Come deve essere un progetto di qualità?” In seguito rispose alla sua stessa domanda citando i principi chiave del design. “Un progetto di qualità”, disse, “deve essere innovativo, utile, esteticamente bello, non deve essere appariscente e deve essere pensato in ogni dettaglio”.


Con una lunga esperienza di innovazione nella progettazione ingegneristica, Pentair investe tempo e risorse per offrire product design di qualità. E pur rispettando tutti i principi della progettazione citati da Dieter Rams, i designer dei prodotti di Pentair Europe lavorano tenendo sempre più in considerazione le esigenze dei mercati locali.


Processo di progettazione 3D Pentair

A Pentair Europe, la progettazione dei prodotti è competenza di un team interfunzionale, che comprende ingegneri di sistema e di produzione, oltre ai dipartimenti operazioni e marketing, e all’inizio viene diretto da un product manager.

“A Pentair, partiamo dal problema e procediamo a ritroso”.

Gabriel Pieri, European Product Manager per i sistemi residenziali

“A Pentair, partiamo dal problema e procediamo a ritroso”, spiega Gabriel Pieri, European Product Manager per i sistemi residenziali. “Identifichiamo le esigenze e creiamo soluzioni che le soddisfino nel migliore dei modi. In cima ai nostri pensieri c'è sempre ‘la necessità di analisi’. Nella progettazione industriale dei nostri prodotti, funzionalità ed estetica hanno la stessa importanza”.


Qualsiasi soluzione progettuale in fase di sviluppo deve seguire un percorso definito prima di poter sperare di essere rilasciata sul mercato. A Pentair, tale percorso viene semplificato in un processo in tre fasi, che comprende tre ‘I’: Identificazione, Impulso, Implementazione.


Identificazione

La fase di ‘Identificazione’ è dove viene definita l’esigenza che stiamo cercando di soddisfare. In questa fase, parliamo con gli utenti, valutiamo il mercato e iniziamo a identificare funzioni e caratteristiche. Inoltre, stabiliamo un caso aziendale per quel concetto.


Durante la fase di ‘Identificazione’, è importante che non siano presenti troppe influenze esterne. Parliamo con gli utenti finali, i nostri partner e i tecnici sul campo. Quando possiamo richiedere collaborazioni esterne, ad esempio con studi di progettazione o specialisti di materiali, è durante la fase in cui stabiliamo il campo di applicazione del prodotto. Molti progetti non superano questa fase, ma quelli che soddisfano tutti i requisiti stabiliti passano alla fase di impulso.


Impulso

Questa è una fase critica, in gran parte responsabilità esclusiva del team di ingegneria di Pentair, durante la quale si inizia a dare vita al concetto.


Man mano che la fase di progettazione viene completata, si passa a testare i materiali, si creano prototipi e il prodotto viene sottoposto all’FMEA (Failure Mode and Effects Analysis - Modalità di guasto e analisi degli effetti). I guasti potenziali vengono identificati, mentre il loro impatto viene valutato e categorizzato in ordine di importanza. Si tratta di un ulteriore strumento di rifinitura per arrivare a realizzare il progetto perfetto.

Section Drawing for Foleo
Immagine di una sezione per Foleo

Implementazione

Se il prodotto soddisfa tutti i criteri e il caso aziendale è ancora valido, abbiamo luce verde per passare alla produzione. Questa è la fase di implementazione e il team di operazioni inizia a ricoprire un ruolo più importante. L’attenzione viene rivolta alla logistica per la produzione di massa e agli strumenti e alle risorse necessarie per la produzione di linea. È emozionante vedere un concept product raggiungere questa fase, se si considera che il ciclo dedicato alla progettazione può richiedere anni per arrivare fin qui.


Miglioramento continuo

I materiali migliorano, la tecnologia evolve e naturalmente i gusti cambiano. Il team di progettazione di Pentair è costantemente alla ricerca di miglioramento e innovazione, spinto dalla passione per la creazione di progetti straordinari che soddisfino le esigenze dei nostri clienti europei. E anche se non lo gridano ai quattro venti, un progetto di qualità non deve mai essere dato per scontato.

 

Case Study: addolcitori Foleo – Il design europeo di Pentair in azione

Pentair Foleo non è un comune addolcitore. È la rappresentazione fisica di un processo di progettazione per produrre il miglior prodotto del settore.


Pentair ha un esteso portfolio di addolcitori leader del mercato, ma il team di progettazione Pentair voleva superare i limiti e immaginare cosa sarebbe stato possibile realizzare. Il team di progettazione sentiva che c’era spazio per creare un look rivoluzionario per la progettazione dell’addolcitore e che tale progetto avrebbe dovuto rispondere alle esigenze particolari dei consumatori europei.


A capo del progetto c’era Matteo Rota, allora Lead for Systems per l’Europa.

“Nella fase di identificazione per Foleo, il punto di partenza per noi è stato rivalutare le esigenze del mercato europeo”.

Matteo Rota, European Lead per i sistemi residenziali


“Nella fase di identificazione per Foleo, il nostro primo punto di approdo è stato rivalutare le esigenze del mercato europeo”, ricorda Matteo. “Mediante sondaggi, riunioni individuali e gruppi di discussione, abbiamo parlato con utenti finali, rivenditori e installatori dei punti critici degli addolcitori di acqua. Non ci ha sorpreso scoprire che a nessuno piace riempire gli addolcitori. I sacchi di sale da 25 kg sono grandi, pesanti e del sale riesce sempre a fuoriuscire dove non deve... Inoltre, dove è possibile immagazzinare il sale inutilizzato rimasto nel sacco? Abbiamo anche riflettuto sugli aspetti che funzionavano bene nella gamma di prodotti esistenti. I cabinati Pentair TopCab avevano un unico tino salamoia rimovibile progettato per facilitarne la pulizia. La popolare gamma Pentair EVOLIO presentava un elegante pannello superiore con un pratico coperchio a basculante grazie al quale è necessaria una sola persona per il rifornimento”.


Ora di un nuovo look


“Ci siamo impegnati a fondo per risolvere il problema del rifornimento”, spiega Gabriel Pieri, Product Manager per la linea Foleo. “Era importante che il condotto del sale fosse il più basso ma anche il più grande possibile. Inoltre, avevamo bisogno di trovare un compromesso tra un ingombro minimo e un serbatoio per il sale che fosse il più largo possibile: più grande fosse stato il serbatoio, più sale avrebbe potuto contenere. Nessuno vuole riempire un addolcitore più spesso del necessario!”


Foleo Concept Drawings
Immagini concettuali per Foleo

Il team di progettazione ha iniziato a cercare modi di ridurre le dimensioni senza compromettere l’efficienza. Alla fine si trattava di trovare un compromesso tra le dimensioni dei tini salamoia e quelle del serbatoio per il sale.


“Per abbassare l’altezza dell’addolcitore, abbiamo iniziato a fare esperimenti con i serbatoi in resina più bassi ma con un diametro maggiore, allo scopo di mantenere la massima superficie”, continua Gabriel. “Alla fine, abbiamo scelto un cabinato dalla forma quasi squadrata, con pareti spesse abbastanza da offrire stabilità, ma allo stesso tempo abbastanza leggere da consentire di sollevarlo, un elemento fondamentale della progettazione.


In particolare, gli addolcitori sono visibili sempre più spesso nelle cucine e nei locali di servizio, soprattutto in Europa. Poiché condividono lo stesso spazio con elettrodomestici ergonomici in ambienti hi-tec, era necessario che qualsiasi nuovo addolcitore avesse il look giusto e non stonasse con l’ambiente”.


Seguendo solide specifiche tecniche e funzionali , il team di progettazione ha iniziato a lavorare alla creazione dell’addolcitore ‘perfetto’. Un passo avanti per la gamma di addolcitori Pentair Foleo.


Foleo, un esempio di progettazione di qualità


Matteo Rota riprende il racconto. “La linea Foleo utilizza serbatoi in resina più bassi e larghi, progettati specialmente per ridurre l’altezza del cabinato. L’ampia apertura per il sale è collocata nella parte superiore e, secondo gli standard degli addolcitori, si trova relativamente in basso, facilitando la manipolazione dei pesanti sacchi di sale. In aggiunta, ha dimensioni relativamente ridotte, la qual cosa è un aspetto positivo, soprattutto in Europa, dove le case normalmente sono più piccole rispetto a quelle in Nord America.

“Ha dimensioni relativamente ridotte, la qual cosa è un aspetto positivo, soprattutto in Europa, dove le case normalmente sono più piccole rispetto a quelle in Nord America”.

Matteo Rota

Detto ciò, nel Foleo 20/30 è possibile versare tutto un sacco di sale da 25 kg; in questo modo gli utenti non devono riempirlo troppo spesso e non hanno sacchi di sale parzialmente utilizzati da immagazzinare. Inoltre, grazie al tino salamoia rimovibile la pulizia ordinaria è un gioco da ragazzi”.


Per controllare il Foleo, i progettisti hanno selezionato la valvola con le migliori prestazioni di Pentair, la Fleck 5800XTR, che presenta uno schermo smart multi-touch intuitivo. A differenza di alcune valvole che visualizzano codici numerici senza significato, vanta la visualizzazione di testo multilingue, in modo da consentire agli utenti di capire facilmente i menu nella loro lingua. E grazie al sistema variable brining, che utilizza la rigenerazione intelligente, è dimostrato che riduce il consumo del sale fino al 50%, limitando la necessità di rifornimento e conseguentemente abbassando anche i costi.

Future Concepts and Styles
Concept e stili futuri

Il team di progettazione ha collaborato con il multipremiato product designer Roberto Paoli per perfezionare la struttura e lo stile del coperchio del cabinato. Roberto Paoli ha collaborato in passato con Pentair alla gamma EVOLIO per creare un design ergonomico che risolvesse il problema del caricamento dei pesanti sacchi di sale. Il coperchio del tino del sale di Foleo è stato perfezionato ulteriormente, consentendo l’apertura con il semplice tocco di un dito, in modo da lasciare entrambe le mani libere per versare il sale.


Foleo Assembly at Herentals
Assemblaggio di Foleo a Herentals

Il team di progettazione di Pentair e Roberto Paoli hanno collaborato per aggiungere maniglie integrate, ottimizzare lo spessore delle pareti e migliorare il design dei clip… Ogni aspetto di questa gamma è stato rifinito fino alla perfezione. Non solo la linea Foleo ha il look giusto, ma è anche facile da usare, rifornire ed è altamente efficiente, riducendo il consumo di sale e i costi per i proprietari. Possiamo affermare che Foleo è un product design straordinario sotto ogni aspetto, testimonianza della creatività del team di progettazione europeo di Pentair.



Scopri la gamma di addolcitori Pentair Foleo qui

Condividi usando le icone qui sotto

91 visualizzazioni